Skip links

LA NOSTRA STORIA 

  • 1492

    Nell’anno in cui Cristoforo Colombo scopre l’America, il Mulino per la carta di Arches nasce nel dipartimento dei Vosgi.

  • 1493

    Il Mulino per la carta di Arches produce la carta per la famosa “Cronaca di Norimberga”, opera illustrata da Dürer e pubblicata agli albori della stampa, introdotta da Gutemberg. Uno degli incunaboli meglio documentati e conservati, nonché uno dei primi a integrare con ottimi risultati testo e immagini.

  • DAL 1500 AL 1600

    La filigrana raffigurante una “Doppia C e la corona dell’imperatore” è tipica del sedicesimo secolo. Accompagnata da un contrassegno non identificato, risale all’epoca dell’attività conosciuta del Mulino per la carta di Arches.

  • 1590

    Il “Quatre de chiffre” sormonta le iniziali di Simon de Moyeulle: Mastro cartaio e proprietario del Mulino per la carta di Arches. Questa filigrana sarà abbandonata attorno al 1730.

  • 1775

    Beaumarchais acquista il Mulino di Arches e si dedica per sette anni all’opera integrale di Voltaire, prevalentemente su carta ARCHES®. Questa famosa edizione stampata a Kehl, in Germania, conterà 28.000 copie e necessiterà di ben 70 tonnellate di carta. Beaumarchais apporterà molte migliorie tecniche al Mulino di Arches e contribuirà alla sua espansione commerciale verso i paesi vicini, producendo carta dedicata in particolare alla tappezzeria, alla scrittura e non solo.

  • 1785

    Louis Delagarde, proprietario delle Cartiere del Marais, diventa gestore delle Cartiere di Arches.

  • 1807

    La stamperia imperiale, incaricata della pubblicazione della “Descrizione dell’Egitto” commissionata da Napoleone I, ordina al Mulino di Arches 2 milioni di fogli di carta adatta alla tipografia, nonché la calcografia di queste opere. Questi fogli, di qualità superlativa, sono ancora più pregiati in quanto non esiste nessun altro prodotto avente lo stesso formato. Realizzati per l’occasione, i fogli sono chiamati “Elefante”, “Grande mondo” e “Grande Egitto”, e presentano una speciale filigrana, “Antico e moderno Egitto”.

  • 1826

    Il Mulino di Arches compie una scelta strategica che si rivelerà determinante per il marchio ARCHES®.

    Dall’anno 1826, gran parte dei mulini per la carta opta per una collatura con colofonia, metodo più economico e semplice rispetto alla collatura tradizionale con gelatina. Non essendo molto convinti di voler apportare un simile cambiamento, i gestori del Mulino di Arches decidono di non modificare il procedimento di fabbricazione, al fine di preservare l’elevata qualità della carta. Scelta assennata, in quanto dopo poco tempo i bibliofili notano che le opere contenenti colofonia si rovinano facilmente.

    ARCHES diventa così il punto di riferimento per gli artisti e per i laboratori di stampa, diventando un’azienda famosa a livello mondiale.

    Porre la qualità al centro è l’essenza di ARCHES®, ed è un valore che perdura ancor oggi.

  • 1830

    ARCHES® commercializza parte dei suoi prodotti in Germania, a Monaco e a Stoccarda, e fornisce carta alla stamperia di Epinal, di proprietà della famiglia Pellerin.

  • 1855

    Durante l’Esposizione Universale del 1855 a Parigi, ARCHES® riceve una serie di medaglie importanti per l’elevata qualità della sua carta: bellezza, purezza della pasta, uniformità, collatura e finitura ottime.

  • 1859

    Auguste Morel acquisisce l’industria cartaria di Arches, ultima grande azienda produttrice di carta marmorizzata nel dipartimento dei Vosgi, e la porta a crescere introducendola nell’imponente mercato dell’Amministrazione del francobollo, in cui opererà per ben 9 anni.

  • DAL 1860 AL 1865

    Morel si associa con il nipote Bercioux e intraprende lavori di ampliamento del sito. Nel 1865 l’azienda dispone di 27 vasche, mentre nel 1859 ne contava soltanto 5.

  • 1869

    Jean-Auguste-Dominique Ingres, pittore molto attento alla scelta dei materiali e desideroso di provare molte tecniche di disegno e di acquerello, diventa una fonte di ispirazione per ARCHES®. Il Mulino per la carta di Arches fabbrica dal 1869 una carta vergata di qualità, chiamata Ingres d’Arches MBM®, che soddisfa le aspettative degli artisti dell’epoca. Il nome di Ingres è ancora oggi legato alla produzione di questo tipo di carta.

  • 1895

    Jules Perrigot, nuovo proprietario del Mulino, mette a punto la sua macchina-vasca e sviluppa la forma rotonda, che semplifica il lavoro.

    ARCHES® si specializza nella fabbricazione di carta per banconote, carta di sicurezza e per documenti commerciali (carta per le edizioni di lusso, calcografia, carta per biglietti e per la corrispondenza, carta da disegno per il tratto e il lavis, carta speciale come quella per le mappe). Il 90% delle edizioni di lusso a tiratura limitata è realizzato su carta ARCHES®

     

    Ulteriori informazioni

  • Fra il 1897 e il 1900

    Nel 1897 e nel 1900, rispettivamente a Bruxelles e a Parigi, il Mulino per la carta di Arches ottiene due importanti premi per la Carta Velina da disegno di qualità Tratto, Lavis e Acquerello.

  • 1953

    Le quattro aziende cartarie concorrenti ARCHES®, Johannot, Marais e Rives si uniscono. ARJOMARI diventa il primo gruppo cartario francese.

  • 1990

    250 opere incise con calcografia e stampate su Velin d’ARCHES® sono inviate nello spazio a bordo dello shuttle americano Discovery, per strizzare l’occhio all’eternità.

  • 1991

    ARJOMARI si unisce all’azienda cartaria anglo-americana Wiggins Teape Appleton e diventa Arjowiggins.

  • 1992

    Lancio della carta ARCHES® Platine sviluppata dal dipartimento Ricerca e Sviluppo di ARCHES®. Si tratta della prima carta per la tecnica di stampa al platino al mondo a essere venduta.

  • 1996

    Il ministero della Cultura francese sceglie ARCHES® per il primo ordine nazionale di Stampe.

  • 2011

    Arjowiggins cede il Mulino per la carta di Arches al gruppo cartario internazionale Munksjö, che diventerà nel 2017 Ahlstrom-Munksjö in seguito alla fusione dei due gruppi.

  • 2012

    ARCHES® sviluppa e commercializza un tipo di carta specifico per la pittura a olio.

  • 2017

    ARCHES® ottiene il prestigioso riconoscimento “Impresa del Patrimonio Vivente”, che premia le sue competenze, tramandate negli anni, relative alla fabbricazione di carta di elevata qualità.

  • 2020

    si delinea una nuova pagina della nostra storia. Dal 2 marzo, la cartiera Arches appartiene al gruppo italiano F.I.L.A. (Fabbrica Italiana Lapis ed Affini).

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1859
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 2017
  • 2020